La pastora

 

La pastora.

E lassù, su la montagna

gh’era su ‘na pastorela,

pascolava i suoi caprin

su l’erba fresca e bela.


E di lì passò un signore

e ‘l ghe diss: "Ohi pastorela,

varda ben che i tuoi caprin

lupo non se li piglia".


Salta fòr lupo dal bosco

con la faccia nera nera;

l’à magnà ‘l più bel caprin

che la pastora aveva.


Ed allor si mise a piangere;

la piangeva tanto forte

al veder il bel caprin

vederlo andare a morte.