Quel fazzolettin

 

Quel mazzolin di fiori.

Quel mazzolin di fiori

che vien dalla montagna,

e bada ben che non si bagna

ché lo voglio regalar.

Lo voglio regalare,

perché l'è un bel mazzetto;

lo voglio dare al mio moretto,

questa sera quando 'l vien.

Stasera quando viene,

sarà una brutta sera,

e perché sabato di sera,

lui non è venuto a me.

Non l'è venuto a me

l'è andà da la Rosina,

e perché mi son poverina

mi fa pianzer, sospirar.

Fa pianzer e sospirare

sul letto dei lamenti.

E cosa mai diran le genti

cosa mai diran di me.

Diran che son tradita,

tradita nell'amore,

e allora a me mi pianze il cuore

e per sempre pianzerà.

Abbandonato il primo,

abbandonà il secondo,

abbandono tutto il mondo

e non mi marito più.