La partenza per la Lombardia (1848)

 

La partenza per la Lombardia.

(Canto guerriero di veliti Viterbesi – 1848)

                                     Parole di Carlo Matthey.

 

Su voliamo; già canto di guerra

Echeggiò per le belle contrade,

si riscosse de’ forti la terra,

al baleno di libere spade,

già quel sol che rifulse in Legnano,

già le nordiche nebbie spezzò;

oh, si voli; chi è vero italiano

varcherà le bell’acque del Po.

Là, difesi dal santo vessillo,

che la man benedisse di Pio,

dell’italiche trombe lo squillo

suonerà come voce di Dio:

a quel suono ferale, spavento

de’ nemici nel cor piomber

ecco, Italia al tuo lume s’inchina,

ecco, Italia non fida che in te;

torni almen di sé stessa regina

chi già vide la terra al suo piè.